È entrato in una macelleria, brandendo un coltello, ed ha aggredito alle spalle il figlio dei titolari dell’attività commerciale. E’ successo stamattina, attorno alle 10, in un negozio di via Monte Somma, nel quartiere di Secondigliano.

Napoli, ragazzo accoltellato nella macelleria dei genitori: l’aggressore si costituisce

La vittima ha 27 anni ed è stata colpita con almeno 7 fendenti alla schiena, tra collo e braccia, uno dei quali ha perforato un polmone. Il giovane è stato subito trasportato presso l’ospedale San Giuliano di Giugliano, dove i medici lo hanno sottoposto ad un intervento chirurgico. Attualmente è ricoverato in prognosi riservata.

Due ore dopo dal ferimento Antonio Caianiello, 40 anni, già noto alle forze dell’ordine, si è presentato spontaneamente ai militari dell’Arma e ha ammesso di averlo accoltellato. Il 40enne è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio. Il coltello utilizzato è stato sequestrato. Non si esclude che alla base del gesto ci siano motivi passionali.

continua a leggere su Teleclubitalia.it