suv retromarcia tangenziale

Sono stati identificati e bloccati blu occupanti del Suv in retromarcia che ieri mattina alle 11 ha seminato il panico sulla Tangenziale di Napoli. La giustificazione che hanno fornito è grottesca: «Stava finendo la benzina, non sapevamo se avremmo trovato un distributore avanti e volevamo tornare all’area di servizio quattro chilometri più indietro».

Auto contromano in Tangenziale, svelato il motivo

A riprendere la folle corsa del veicolo, che per fortuna non ha provocato danni, è stato un motociclista di passaggio. Le immagini sono state poi girate al deputato di Alleanza Verdi Sinistra, Francesco Emilio Borrelli, che le ha rilanciate sui suoi canali social. Nel frattempo, però, come spiega Il Mattino, le telecamere di controllo della Tangenziale avevano immediatamente individuato il pericolo.

L’auto era sulla corsia di marcia in direzione Pozzuoli, nei pressi dell’ingresso da corso Malta quando è iniziata l’assurda corsa a marcia indietro. In poco tempo è scattata la procedura d’emergenza e sei minuti dopo la segnalazione un furgone del servizio viabilità ha raggiunto la vettura.

Quando i membri della squadra d’emergenza di Tangenziale Spa si sono avvicinati all’auto, hanno individuato all’interno tre persone, tutte di nazionalità rumena. Sembravano poco lucidi e hanno spiegato che avevano quasi finito il carburante e volevano raggiungere la stazione di servizio più vicina alle loro spalle.

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp