Incita la fidanzata a sparare con una pistola a tamburo dal balcone per festeggiare la notte di Capodanno e col telefono riprende la scena. Geolier, al secolo Emanuele Palumbo, trapper napoletano seguitissimo dalla Generazione Z, è finito così nel vortice delle polemiche.

Napoli, Geolier incita la ragazza a sparare con la pistola a Capodanno: video diventa virale

Le immagini pubblicate sui social, prima su Tik Tok e poi su Instagram, accompagnate dal commento “Buon anno a tutti”, sono diventate subito virali, raccogliendo migliaia di like. E anche molte critiche da parte di utenti indignati.

Dal filmato si vede la giovane impugnare l’arma con due mani e sparare 4 colpi dalla finestra del balcone, mentre il rapper la incita a continuare per poi abbracciarla e sorridere davanti alla fotocamera del telefonino.

Il cantane ha chiesto scusa pubblicamente durante la radiazza in diretta con Gianni Simioli e Francesco Emilio Borrelli., spiegando che si trattava “soltanto di una scacciacani”.

Il commento di Borrelli

La vicenda era stata segnalata dal consigliere regionale dei Verdi che aveva chiesto al trapper di “chiedere scusa per il pessimo esempio dato”. E così stamattina Geolier ha ammesso di aver sbagliato a compiere quel gesto, spiegando di aver usato una scacciacani.

“Anche se è stata usata una scacciacani o a salve ha fatto bene Geolier chieda scusa a tutti, è il gesto che conta, il messaggio che si manda. E’ giusto invitare i giovani a non seguire questi esempi totalmente sbagliati“, ha commentato Borrelli.

Leggi anche >> Capodanno, feriti e incendi nonostante i divieti a Napoli

In questi giorni il consigliere regionale dei Verdi ha raccolto migliaia di filmati che riprendono altrettante persone intente a festeggiare il Capodanno 2022 sparando in aria con pistole ed esplodendo fuochi d’artificio, sebbene nel capoluogo il sindaco Manfredi abbia vietato di far esplodere fuochi pirotecnici in città attraverso un’ordinanza.

“Quello dei fuochi selvaggi è un fenomeno che denunciamo da anni e per i quale chiediamo provvedimenti. La notte di Capodanno rappresenta soltanto la punta dell’iceberg perché qui si sparano fuochi e botti ogni giorno prendendo in ostaggio strade e piazze”, ha commentato Borrelli.

“Quest’anno si è data vita ad una vera follia – ha proseguito – ci sono stati segnalati centinaia di video, da noi denunciati alle autorità, in cui le persone si sono fatte immortalare mentre sparano con pistole, vere o finte, dai balconi per festeggiare il capodanno. Alcuni anche con fucili e fucili a canne mozze”

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it