napoli chiaia bar chiuso 30 giorni

La Questura di Napoli chiude due bar nella zona dei cosiddetti Baretti di Chiaia per un mese. “Troppe violazioni reiterate nel tempo, sia delle norme anti-Covid che della recente ordinanza anti-movida emanata dal sindaco Manfredi”, sono questi i motivi che hanno spinto alla chiusura, su proposta dell’Unità Operativa Chiaia della Polizia Municipale, per i due locali che sorgono uno di fronte all’altro in vicoletto Belledonne, gestiti dalla stesso proprietario.

Napoli, due bar chiusi per 30 giorni

Il bar è stato chiuso una prima volta per cinque giorni a causa di un’aggressione nei confronti di una donna avvenuta all’interno il mese precedente. In quella occasione il gestore, oltre a non prestare soccorso alla vittima dell’aggressione, aveva anche cercato di dissuaderla dal denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine.

Inoltre, lo scorso febbraio gli agenti della Polizia Locale avevano sanzionato, in quattro diverse occasioni, una dipendente ed il gestore degli esercizi commerciali per diffusione di musica ad alto volume oltre l’orario consentito e per il mancato rispetto dell’orario di chiusura in violazione dell’ordinanza sindacale.

Il provvedimento, anche in considerazione delle ripetute condotte di negligenza in violazione dell’ordinanza sindacale, è dunque finalizzato a scongiurare un concreto pericolo per la sicurezza pubblica.

continua a leggere su Teleclubitalia.it