Napoli. Prende a pugni e a calci il titolare di un bar, ma non era lui ad aver somministrato un drink alla figlia minorenne della sua compagna. Accade a Napoli, dove un uomo di 46 anni di Melito, già noto alle forze dell’ordine, si è presentato, dopo la mezzanotte, in un locale in vico Lungo Teatro Nuovo.

Napoli, calci e pugni a titolare di un bar ma non è lui ad aver venduto alcol a una 16enne

Ha aggredito il titolare del bar prendendolo a schiaffi e calci “reo” di aver somministrato alcolici alla figlia minore della sua compagna.  La ragazza – neanche 16 anni – era stata trasportata all’ospedale San Paolo di Napoli per lieve intossicazione da alcolici e poi dimessa. Il 46enne, non prima di aver lanciato alla vittima un barile in ferro solitamente utilizzato come tavolino, si è allontanato.

I carabinieri – allertati dal 112 – sono intervenuti ed hanno ricostruito la vicenda. La minorenne, in realtà, era stata in un altro locale. I militari dell’Arma denunceranno il titolare per somministrazione di alcolici a minori di sedici anni e chiederanno la sospensione del locale. La vittima dell’aggressione, invece, è stata giudicata guaribile in cinque giorni.

continua a leggere su Teleclubitalia.it