Sequestrati ben 150 chilogrammi tra pesce e carne, oltre a 170 litri di vino, in vari locali di Napoli. È il bilancio di una serie di ispezioni igienico-sanitarie eseguite in una decina di ristoranti, pescherie e negozi di generi alimenti dai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità partenopei. 

Napoli, blitz dei Nas in ristoranti e pescherie: sequestrati 150 chili di cibo in cattivo stato di conservazione

Massima attenzione è stata data allo stato di conservazione degli alimenti e delle materie prime per preparare piatti e pietanze, nonché alla tracciabilità dei prodotti stessi, senza la quale nessun alimento può essere messo in vendita.

Tra i controlli effettuati, i Nas hanno appurato gravi carenze igienico sanitarie in un supermercato del capoluogo. E non solo: i militari hanno trovato e sequestrato oltre 2 chilogrammi di tabacco lavorato estero illegalmente importato, e nascosto nel locale, e destinato alla vendita al dettaglio.
Gli ispettori del Nas hanno infine chiuso due negozio di generi alimentari ed eseguito sanzioni amministrative per oltre 50mila euro.

Controlli dei Nas a Pozzuoli

Risale a una settimana fa un’importante operazione, scattata all’alba, al mercato ittico di Pozzuoli, sempre eseguita dai Carabinieri del Nas. Al termine delle verifiche dello stato di conservazione e rintracciabilità di pesci e frutti di mare, i militari riscontrarono numerose irregolarità che portarono poi al sequestro di 50 chilogrammi di prodotti ittici rinvenuti in cattivo stato di conservazione dal valore di circa 2500 euro e anche alla denuncia in stato di libertà di un rivenditore. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it