Altri nove positivi. Sale a 49 il totale dei contagiati nella zona rossa di Mondragone. Il focolaio è più esteso di quanto non si pensasse. A dare la cifra aggiornata dei casi di Covid-19 negli ex palazzi Cirio è il Mattino.

Mondragone, il focolaio non si ferma: sono 49 i positivi

Il risultato arriva dall’esito degli ultimi tamponi processati. Sono circa 700 i residenti sottoposti a screening da domenica scorsa. L’unica notizia rassicurante è che la maggior parte dei contagiati è composta da asintomatici. Quasi tutti sono in isolamento domestico. Altri invece, con lievi sintomi o con febbre e tosse, sono stati trasferiti al Covid Hospital di Maddaloni. CSi spera in questo modo di circoscrivere e spegnere il cluster, scatenatosi nella comunità di immigrai bulgari residenti nel complesso.

Oltre ai tamponi, nel frattempo, oggi le autorità sanitarie avvieranno anche i test sierologici sui negativi per escludere eventuali incubazioni virali in atto. Restano invece sempre irreperibili i quattro positivi scappati dalla zona rossa. Non rispondono a telefono e non si sa dove si siano nascosti. Le forze dell’ordine ed i volontari della protezione civile, 12 unità provenienti anche dai centri vicini, hanno presidiato tutti i varchi, lampeggianti e luci accese, compreso quello adiacente il distributore di benzina dal quale, come documentato in un video, due persone erano riuscite ad uscire, rompendo l’isolamento domiciliare imposto dall’ordinanza regionale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it