È scattato l’allarme mare sul Litorale Domizio dove le acque da diverse giorni sono state invase da alghe che hanno conferito al mare un colore marrone. In particolare, si registrano anomalie a Mondragone e a Baia Felice.

Mare tinto di marrone invaso da alghe rosse sul Litorale Domizio

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, dopo aver ricevuto numerose segnalazioni da parte di altrettanti cittadini.

“Abbiamo chiesto ad Arpac di effettuare dei test – ha annunciato Borrelli -. Bisogna capire in fretta se si tratti di un fenomeno “naturale”, magari legato alle alte temperature, oppure se alla base vi sia un problema più grave e legato all’inquinamento. Attendiamo dei riscontri. In ogni caso bisogna sempre tenere i riflettori sulla questione mare che è un bene che va tutelato anche per incentivare il turismo”.

Chiusa la foce di Lago Patria

Non va meglio a Lago Patria. La foce artificiale è stata chiusa e le acque hanno invaso la spiaggia, diventando una sorta di agglomerato di paludi melmose. “Manca un piano preciso e costante di manutenzione, già diverse volte in passato ci sono state frane nella strada del circumlago dato che la sabbia blocca l’accesso al mare delle acque della foce che così si ‘sfogano’ altrove”, ha dichiarato il consigliere regionale di Europa Verde.

“C’è poi da considerare l’impatto ambientale: in assenza di piogge, l’innalzamento delle acque consentirebbero pure l’aumento degli scarichi abusivi nel lago i quali, provenienti soprattutto dai due canali, il canale Amore ed il Canale Vena, che affluiscono direttamente nel lago, sono le maggiori fonti di inquinamento, indipendentemente dalle piogge”, ha aggiunto Borrelli. “Inoltre, come avvenuto in passato, la chiusura della foce porta alla scarsa ossigenazione del lago con la morte di centinaia di pesci. Servono soluzioni definitive”, ha concluso.

continua a leggere su Teleclubitalia.it