marano giuseppe greco omicidio volontario

Dovrà rispondere all’accusa di duplice omicidio volontario, il 26enne di Marano, Giuseppe Greco, che inseguì e uccise i suoi rapinatori durante una notte di fine marzo 2021.

Il giovane era a bordo della sua auto quando fu affiancato da due uomini di Sant’Antimo, Romano Domenico e Chirollo Ciro che volevano derubarlo del suo prezioso Rolex. 

Rapina a Marano, Greco accusato di duplice omicidio volontario

A distanza di 10 mesi il Pubblico Ministero presso il Tribunale di Napoli Nord ha concluso le indagini e ora Greco, incensurato, dovrà rispondere di un’accusa pesantissima.

Leggi anche

Marano, rapinatori investiti: Giuseppe confessa. L’auto è passata sui due corpi

Il giovane è difeso dagli avvocati di fiducia, Domenico Della Gatta e Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord, i quali con l’ausilio di loro tecnici, sostengono la tesi dell’incidente stradale o comunque della legittima difesa (sul luogo del delitto, vicino ai cadaveri di Romano Domenico e Chirollo Ciro, fu rinvenuta una pistola con colpo in canna ed un proiettile inesploso sul manto stradale).

continua a leggere su Teleclubitalia.it