Splendida gara ieri a Leicester, col Napoli che porta a casa un pareggio che forse gli va stretto. Gli azzurri, sotto di due gol, reagiscono e strappano un punto in terra inglese. Tante belle risposte dagli uomini di Spalletti. Osimhen è l’uomo in più.

Primo tempo

Il Napoli scende in campo in maglia rossa con Insigne Zielinski dal primo minuto, mentre Politano e Manolas siedono in panchina. Malcuit posizionato a destra, Di Lorenzo a sinistra.

Gli azzurri alzano subito il baricentro, mostrando grande personalità. A due minuti dall’inizio della gara, è Osimhen a tirare dalla distanza, forte ma centrale: Schmeichel, non con poche difficoltà, evita il gol.

Al minuto sei, Ospina si lancia a valanga sulla conclusione di Barnes, spegnendo un’azione assai pericolosa.

Ma è all’ottavo minuto che arriva il vantaggio del Leicester: dopo una verticalizzazione sbagliata di Koulibaly, le foxes ripartono da sinistra e crossano al centro dell’area. Di Lorenzo lascia Perez da solo, che insacca senza troppi problemi.

Al ventesimo altro squillo del Napoli, ancora con Osimhen che, da fuori area, finta il tiro di destro ma svirgola col sinistro. Otto minuti dopo è Malcuit a sprecare sul lato destro, con un tiro alto dopo un assist del nigeriano.

Occasione ghiotta del Napoli al 36’, con Osimhen che mette una palla d’oro a Zielinski che, col piattone, colpisce il difensore. Se avesse dato forza al tiro, probabilmente, gli azzurri sarebbero sull’1-1.

Il Napoli spreca troppo, così come al 40esimo con Osimhen che alza il baricentro e spara in alto. Per il numero 9 azzurro era un rigore in movimento. In campo gli uomini di Spalletti offendono, e al 44esimo Lozano stacca di testa ma prende in pieno il portiere del Leicester.

15 tiri azzurri contro i 5 del Leicester, ma gli inglesi sono in vantaggio per 1-0

Secondo tempo

Nel secondo tempo il Napoli scende in campo con la stessa mentalità dei primi 45 minuti. Al 58esimo, però, gli azzurri si spengono: i centrocampisti non pressano il portatore di palla avversario; la sfera arriva a Daka che, rasoterra, batte Ospina. Dopo un check del VAR, però, il gol del Leicester viene annullato per fuorigioco.

Al minuto 61’ entrano Politano ed Elmas per Lozano e Zielinski. Il messicano non ha brillato; il polacco è stato poco brillante. Un minuto dopo il Leicester raddoppia con un gol di Barnes sul lato sinistro: tutto nasce da un errore di gestione del pallone di Di Lorenzo, a metà del campo. Le foxes, su entrambi i gol, sfruttano le disattenzioni degli uomini di Spalletti.

C’è però la reazione del Napoli, e al 68esimo minuto, in una trama stretta che vede protagonisti Fabian, Elmas ed Insigne, Osimhen porta la partita sull’1-2: sombrero al difensore e punta sotto al pallone, dove Schmeichel non può nulla.

Al minuto 74 Insigne fa spazio ad Ounas che si posizione alle spalle del centravanti. Elmas si allarga sulla sinistra. Il Napoli continua la sua partita offensiva, e all’82esimo entra anche Petagna al posto di Anguissa per sfruttare le soluzioni aeree. Ed è proprio da un colpo di testa che cambia il risultato della partita: gran cross di Politano a rientrare e stacco in volo di Osimhen: 2-2!

A due minuti dalla gara vi è l’espulsione di Ndidi, ma il risultato vede il Napoli tornare a casa con un punto importantissimo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it