Omicron 2 arriva in Italia. La variante è stata sequenziata per la prima volta in Liguria. A farlo sapere è il Policlinico San Martino, che ha comunicato due casi accertati.

La variante Omicron 2 è in Italia: due casi accertati

Uno è emerso dopo il sequenziamento di routine al San Martino, il secondo invece è apparso dal sequenziamento di un campione derivante dal monitoraggio nazionale, che coinvolge il laboratorio di Igiene diretto dal professor Giancarlo Icardi.

Della Omicron 2 non si sa molto. Secondo gli esperti potrebbe essere più contagiosa rispetto alle altre. Tuttavia, la nuova variante non dovrebbe avere un impatto maggiore sulle ospedalizzazioni.

Leggi anche >> Arriva la pillola anti covid di Pfizer, chi può prenderla e quando

Massimo Galli ha spiegato che della variante Omicron 2 “non sappiamo molto. E comunque non possiamo ignorarla, va osservata. E’ ancora una volta la dimostrazione che, come sappiamo, questo virus cambia. In meno di un anno sono emerse la bellezza di tre varianti in grado di sostituirsi l’una con l’altra, avendo grande diffusibilità: la Alfa o inglese, poi l’indiana detta Delta, e poi questa Omicron. Finché non vacciniamo a fondo i Paesi più poveri, avremo sempre il rischio di nuove varianti. E ciò accade anche quando in un Paese molto vaccinato, come il nostro, il virus riesce a circolare molto ed infettare molto”.

“Omicron 2 ha almeno 30 mutazioni uguali a Omicron 1 e soltanto due differenti: questo vuol dire che non dovrebbero sussistere discrepanze tali da determinare una situazione di maggiore criticità», ha spiegato all’Huffington Post l’immunologo Mauro Minelli, sottolineando che “sia Omicron 1 che Omicron 2 avrebbero capacità ridotte di causare polmoniti” e invitando a “trarre insegnamento dai falsi allarmi del recente passato: basta citare il caso Delta Plus: alla fine Delta è rimasta prevalente e la sottovariante è finita per dimostrarsi addirittura meno contagiosa della variante originaria”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it