terremoto

La provincia di Catania continua ad essere colpita da uno sciame sismico interminabile. Da ieri sera i movimenti tellurici stanno allertando la popolazione nel Catanese, con epicentro a circa 6 chilometri a sud di Motta Sant’Anastasia. Ma entriamo nei dettagli. Il terremoto di magnitudo 3.1 è stato registrato alle ore 7.14 di questa mattina e ‘ipocentro è stato individuato a una profondità di circa 10 chilometri. Fortunatamente al momento non sono stati registrati segnalazioni di danni a cose o persone. Subito dopo l’ennesima scossa di terremoto, la Protezione Civile regionale ha invitato i sindaci delle aree interessate ad restare in allerta a scopo precauzionale per prevenire altre scosse nelle prossime ore.

Sciame sismico in Sicilia: ecco le aree colpite

Solitamente eventi del genere possono manifestarsi in maniera frequente nell’arco della stessa giornata. Del resto come abbiamo sottolineato poco fa, anche ieri la Sicilia ha subito un’altra scossa di terremoto (magnitudo 4.3). L’evento è stato registrato nella serata di ieri 23 dicembre alle ore 22.33 nelle province di Catania, Siracusa e Ragusa mentre un’ulteriore scossa tellurica è stata registrata intorno alle ore 22, questa volta di magnitudo 3.1, sempre in provincia di Catania. Il quadro è chiaro. La Sicilia è colpita da un vero e proprio sciame sismico che sta allertando le popolazioni nelle aree colpite.

continua a leggere su Teleclubitalia.it