Tutto secondo pronostici nella 6^ giornata di campionato. Il Giugliano si riprende, dopo appena 24 ore, la vetta della classifica. Impressionante il ruolino di marcia dei tigrotti di mister Ferraro che, battendo per 2 a 0 il Muravera, centrano la sesta vittoria consecutiva.

Il punto sul girone “G” della serie D dopo la 6° giornata di campionato: Giugliano inarrestabile, a ruota Aprilia, Torres e Afragoles

La squadra gialloblu, con 14 gol all’attivo, detiene il migliore attacco del girone e, con zero gol al passivo, la migliore difesa di tutti i nove gironi della serie D. Il giovane portiere Baietti è imbattuto da 540’.

L’Aprila, sbancando il campo “Vanni Sanna” del Latte Dolce Sassari con un gol di Pezone, rimane nella scia della capolista Giugliano. Per la compagine di mister Galluzzo è la quinta vittoria consecutiva. Solo nella prima giornata, sul campo del Gladiator, non riuscì a porta via i tre punti.

In svantaggio di tre reti la compagine laziale comunque riuscì nell’impresa di riequilibrare le sorti dell’incontro e portar via un insperato pareggio.

Vince in trasferta anche la Torres. La squadra sarda, dopo un inizio non brillante, sconfitta interna con il Giugliano e pareggio nel derby con il Lanusei, vincendo di misura 2 a 1 sul campo dell’Ostia Mare centra la quarta vittoria consecutiva e rimane al terzo posto in classifica a cinque lunghezze dalla capolista.
Continua a vincere l’Afragolese.

La compagine di mister Fabiano con la vittoria per 4 a 2 sul campo del Monterotondo inanella la quarta vittoria di campionato. Con 12 punti in classifica occupa la quarta posizione che potrebbe essere migliorata se sfrutta al meglio la gara di recupero, in programma mercoledì prossimo, quando ospiterà la modesta compagine del Latte Dolce Sassari.

Cade invece il Gladiator sul campo della matricola sarda dell’Atletico Uri. Il gol della sconfitta arriva in pieno recupero al 92’ ad opera di Piga quando ormai la partita sembrava avviata ad un equo zero a zero. Al termine della gara c’è stata anche una leggera contestazione da parte dei tifosi sammaritani nei confronti della squadra di Martino.

Si acuisce la crisi del Cassino che, dopo le prime due vittorie di inizio campionato, incappa nella quarta sconfitta consecutiva. Stavolta ad infliggere l’ennesimo Ko agli uomini di Grossi, che rischia l’esonero, è stata la compagine sarda dell’Arzachena che ha violato il comunale “Gini Salveti” per 3 a 1.

Porta fortuna il cambio in panchina per il Cynthialbalonga che battendo di misura (2 a 1) il Team Nuova Florida centra la prima vittoria di campionato. Niente da fare invece per l’Insieme Formia che, nonostante il cambio del tecnico, cade nuovamente in casa (1 a 2) ad opera della Vis Artena e rimane sul fondo della classifica.

A cura di Paolo Buonanno

continua a leggere su Teleclubitalia.it