sequino iovinella conte giunta

GIUGLIANO. Pioggia di critiche dopo la nuova giunta varata ieri dal sindaco Nicola Pirozzi a Giugliano. Dopo la nomina dei 10 assessori che affiancheranno il primo cittadino, sono arrivati commenti e stroncature sulle scelte fatte dai partiti della maggioranza e da Pirozzi. Nell’esecutivo ci sono tecnici esterni, due esponenti della passata amministrazione Poziello, e qualche politico. 

Critiche dalla minoranza di centrosinistra

Il sindaco ha chiesto ai suoi di non riconfermare nessuno degli uscenti. Questo secondo il consigliere di minoranza Luigi Sequino è una bocciatura da parte dello stesso primo cittadino che “ha capito – scrive in un post – che è stata un disastro la sua ex giunta”. “Certo resto sempre deluso quando rispetto a tanti professionisti locali, vengono scelti nomi di altre città suggeriti dai soliti capibastone. Giugliano è diventata una palestra dove fare curriculum da spendere in altre realtà. Ma purtroppo, avere un sindaco non autorevole comporta anche questo” commenta Sequino.

Più criptico il commento del consigliere di Italia Viva Francesco Iovinella che sui social ha scritto: “È finito il giocattolo in mano ai bambini” per indicare l’uso inopportuno di una cosa di valore lasciata nelle mani di un incapace. Tutto questo ci dovrebbe far piangere. Invece sollazzano un po’ tutti”.

Sempre dal fronte della minoranza di centrosinistra, Paolo Conte chiede: “Dove stanno i “grandi” nomi? Quei “nomi” che dovrebbero “rilanciare” l’azione amministrativa?”.

Giugliano, centrodestra critica la nuova giunta: “Assessori inesperti e sconosciuti alla città”

continua a leggere su Teleclubitalia.it