E’ ripartito il sevizio di mensa scolastica a Giugliano con importanti novità. Il sistema sarà completamente automatizzato attraverso una piattaforma su cui sarà possibile registrarsi e acquistare i ticket. Si tratta di un sistema informatico così da evitare file agli sportelli o code alle poste per i genitori degli alunni e degli studenti che potranno acquistare da casa i tagliandi. Disagi, però, alla partenza. Secondo qualche genitore alcuni alunni che osservano diete speciali come allergie, intolleranze o celiaci, non sarebbero stati serviti.

Giugliano, parte il servizio di mensa scolastica. Assessora Limatoia: “Nessuno resterà senza pasto”

“C’è stata una buona accoglienza da parte dei genitori del nuovo sistema informatizzato e non ho dubbi che le famiglie apprezzeranno i vantaggi della gestione digitale del servizio -dichiara l’assessore all’istruzione del comune di Giugliano Tonia Limatola che aggiunge – In questa fase di rodaggio ci sono molte criticità, le stiamo registrando e mi auguro che nel giro di pochi giorni verranno risolte. Le famiglie stiano tranquille, in questa fase iniziale verrà comunque garantito il pasto a tutti i bimbi iscritti grazie a un sistema di crediti. Resta da risolvere la questione dei menu speciali e di questo siamo molto dispiaciuti. Dagli uffici spiegano che per il pranzo differenziato si attende completamento dell’ iter di autorizzazioni sanitarie”, dice l’assessore. “Nel frattempo stiamo cercando di sostenere le famiglie in questo processo rispondendo alle domande che fanno sulla pagina Facebook del comune e con un numero dedicato del Comune. Invitiamo a collaborare e a segnalare i disservizi. Interessa a noi per primi che vada tutto a buon fine”, continua l’assessore Limatola.

Tra le novità anche sistema dei crediti. Il servizio verrà assicurato a tutti gli alunni iscritti al portale genitori. L’iter per il pagamento, previsto attraverso la sezione pagamento del portale, è in fase di perfezionamento. “Non c’è motivo di preoccuparsi” – rassicura l’assessore – nessun bambino iscritto al portale resterà senza pasto. In questa fase di transizione, quindi, alle famiglie verrà garantito un credito di 5 pasti che sarà sufficiente a coprire il periodo di rodaggio del sistema. Quando si potrà pagare attraverso la App, le quote già versate saranno scalate per coprire i pasti già erogati”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it