Sono sparite le file per i tamponi nell’area dell’ospedale di Giugliano. A partire dai giorni precedenti al Natale erano andate in tilt via Fratelli Maristi, via Togliatti Via Basile, Via Allende e via Di Vittorio. Settimane da incubo per automobilisti e residenti tra clacson, lunghe code e nervi tesi. Per arrivare al ‘drive in’ del San Giuliano i tempi d’attesa erano anche di oltre 2 ore. 

TAMPONI A GIUGLIANO, NIENTE FILE ALL’OSPEDALE

Aumento esponenziale dei contagi per la variante Omicron, contatti stretti nel periodo delle festività e tante persone pure senza prenotazione alla base del caos che si era creato. La giunta comunale aveva proposto anche un nuovo centro tamponi nell’area di Campopannone (nei pressi dello stadio) ma il progetto non si è ancora concretizzato. A partire da ieri la situazione si è però tranquillizzata. Oggi erano sparite le file di auto e l’area sembra liberata dal traffico intenso. A quanto pare Asl Napoli 2 nord e amministrazione comunale guidata dal sindaco Pirozzi avrebbero deciso anche un cambio per accedere al gazebo, con l’accesso al casello tamponi dal lato posteriore, cioè da via Magellano per liberare pure l’ingresso del pronto soccorso. Il dispositivo però stamattina non era ancora entrato in funzione ma già le strade erano libere.

Il comprensorio giuglianese potrebbe quindi aver superato la fase acuta dell’emergenza (almeno per il conteggio dei nuovi positivi) e sono in calo le persone convocate per il test. La prenotazione qui è obbligatoria e la piattaforma nei giorni scorsi era andata in tilt, inviando anche messaggi alle persone sbagliate. Secondo il bollettino del centro operativo comunale, aggiornato al 9 gennaio, sono 3.263 le persone attualmente positive al covid residenti a Giugliano. Il nosocomio giuglianese ha riconvertito alcuni reparti per la lotta al virus.

Resta poi il fatto che anche il tampone antigenico in farmacia è equiparato al molecolare processato dall’azienda sanitaria locale. Fatto sta comunque che la viabilità nella zona dell’ospedale è ritornata a respirare dopo settimane molto complicate. Un altro banco di prova ci sarà dalla prossima settimana quando anche a Giugliano dovrebbero riaprire tutte le scuole, attualmente chiuse per ordinanza sindacale.

continua a leggere su Teleclubitalia.it