bomba d'acqua cilento agropoli santa maria castallebate

Una violenta bomba d’acqua si è abbattuta nella mattina di oggi, sabato 19 novembre, provocando danni e disagi sia nelle zone costiere che in quelle interne. Agropoli e Santa Maria di Castellabate sono state le città più colpite dal maltempo.

La Campania colpita da una bomba d’acqua, città allagate

Il forte nubifragio ha provocato sia l’allagamento dei campi e delle principali strade di Agropoli. Le fogne non hanno retto la grossa quantità di acqua caduta questa mattina e i tombino sono saltati. Diversi i filmati che stanno circolando sui social.

A causa del temporale si è inoltre verificato lo straripamento di un fiume nella zona di via Piano delle Pere. Un istituto scolastico della frazione Moio, rimasto preventivamente chiuso per l’allerta meteo, è rimasto allagato.

Significativi disagi nelle zone periferiche della città, dove alcune persone sarebbero rimaste bloccate nelle proprie abitazioni. Durante la mattinata si è anche verificato un black out elettrico generale.

Santa Maria di Castellabate la situazione è ancora più critica. Le strade si sono trasformate in fiumi di fango. In località Madonna della Scala è stata poi registrata una frana che ha trasportato una grande quantità di sassi e terreno. Per scongiurare eventuali pericoli ai cittadini sono state immediatamente attivate tutte le procedure per il controllo del territorio con interventi mirati.

L’allerta delle amministrazioni comunali

L’amministrazione comunale di Agropoli ha invitato tutti gli abitanti a restare nelle proprie case e uscire solo in casi di estrema necessità. “Le intense precipitazioni – è stato fatto sapere in una nota – stanno comportando una serie di problematiche di allagamenti in diverse aree del nostro territorio”.

Anche il sindaco di Castellabate Marco Rizzo, ha consigliato ai concittadini “di evitare spostamenti non strettamente necessari e di abbandonare con urgenza scantinati e interrati, almeno fino al termine della emergenza ed al ritorno della normalità”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it