Francesco Ragona morto morto carbonizzato

Voleva solo vincere una scommessa ma è rimasto folgorato quando ha toccato i fili elettrici. È morto così Francesco Ragona, 32enne del padovano, deceduto dopo essersi arrampicato su un traliccio dell’alta tensione.

All’origine del gesto estremo forse una scommessa con una donna che era presente sul posto: “A un certo punto mi fa: ‘Adesso salgo fino a là sopra’ avrebbe riferito la testimone ai carabinieri intervenuti per i rilievi. “Si è arrampicato ed è andato tutto a fuoco”.

Morto carbonizzato

La tragedia è avvenuta ieri sera dopo le 22, lungo la strada Padana Inferiore. Quando i soccorsi sono giunti sul posto, allertati da un automobilista, ormai era troppo tardi. All’estremità del traliccio c’era il corpo di Francesco ormai carbonizzato. Il cadavere era rimasto incastrato tra i fili elettrici.

La donna che era insieme a lui è stata interrogata per ore dagli inquirenti. Resta da scoprire l’esatta dinamica di una tragedia facilmente evitabile.

continua a leggere su Teleclubitalia.it