“Un anno fa nello stesso giorno avevamo 112 positivi quest’anno 5407 positivi, 252 erano i ricoveri ordinari lo scorso anno, oggi 342”. Cosi il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, confrontando i dati di oggi relativi ai contagi Covid con quelli di un anno fa in Campania.

Covid, De Luca: “Contagi in aumento. A settembre nuovo vaccino resistente alle varianti”

“In intensiva lo stesso numero, 20 scorso anno e 21 oggi. In Italia un anno fa avevamo 927 positivi, oggi 56mila positivi. Cosa vuol dire questo? C’è una presenza ed una diffusione fortissima di Covid di minore gravità, ma c’è”, ha aggiunto De Luca.

Leggi anche >> Covid, De Luca non arretra: fino al 30 giugno mascherina obbligatoria in uffici, bus, bar e ristoranti

“La campagna di vaccinazione produce i sui risultati ma è evidente che con questi numeri fra settembre e ottobre avremo dei problemi – spiega – C’è un dato positivo, abbiamo una minore gravità del contagio, questo è percepibile, ma quando i numeri diventano così elevati il rischio di avere situazioni gravi è reale”.

Tra le “notizie positive” De Luca chiama in causa anche il fatto che “a settembre noi dovremmo avere l’immissione sul mercato di un vaccino innovativo in grado di resistere meglio anche le varianti ma rimane un problema”.

In autunno infatti verrà iniettata la quarta dose ad anziani, soggetti fragili e personale medico-sanitario. Ma, secondo quanto trapelato dal ministero della Salute, ad essere coinvolti nella campagna autunnale con l’ulteriore dose dovrebbero essere tutti i cittadini con un’età superiore ai 50 anni.

“Credo che si debba fare appello a quei nostri concittadini che non si sono vaccinati – dice – con questi numeri chi non è vaccinato, dopo l’estate, corre rischi seri per la propria salute e i propri cari”. Infine, anche un altro appello ad usare la mascherina: “Il liberi tutti non va bene, soprattutto in casi di assembramento”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it