carmela farina morta casoria

Ci sono rabbia e dolore per la morte di Carmela Farina, la 49enne investita ieri da una spazzatrice della ditta La Ginestra a Casoria, in via Brindisi. La donna era scesa per andare a fare la spesa. Ha delle cuffie nelle orecchie: ascolta musica.

Poco dopo le 8, la spazzatrice del Comune la sorpassa e si ferma all’altezza del civico 10. Passano pochi secondi e il conducente, in circostanze ancora da chiarire, innesta la retromarcia e la travolge. Carmela cade a terra in maniera perpendicolare e sbatte la testa contro una caditoia. Sarà proprio l’impatto del capo con l’asfalto a determinarne probabilmente la morte.

Scatta subito l’allarme. I due dipendenti scendono dal mezzo e provano a soccorrerla: la conoscono, è una donna del quartiere. Immediatamente arrivano anche i soccorsi del 118, ma nonostante i tentativi di rianimazione Carmela muore in via Brindisi. La Procura adesso ha avviato un’indagine per accertare eventuali responsabilità. Da una prima ipotesi, l’uomo alla guida della spazzatrice non si sarebbe accorto della presenza della 49enne. La vittima, allo stesso tempo, probabilmente per colpa della musica nelle orecchie, non avrebbe avvertito il rumore del veicolo in retromarcia. Una fatalità che è risultata tragica.

continua a leggere su Teleclubitalia.it