Vacanze da incubo per una coppia di professionisti

Vacanze da incubo per una coppia di professionisti casertani. Lui architetto e lei professoressa, durante una vacanza in crociera con la loro piccola, a causa di un malinteso, sono stati privati della loro libertà.

I fatti risalgono al 24 agosto di un anno fa, quando la coppia, prima di scendere dalla nave a Corfù, avevano affidato la figlia ad una coppia di animatori di Brasile e di El Salvador, per un escursione. Al loro ritorno gli è stato impedito di salire sulla nave e l’architetto è stato arrestato per 112 giorni con l’accusa di molestie sessuali nei confronti della figlia di 4 anni.

Grazie agli avvocati Maurizio Zuccaro e Ilaria Gurmetto si è chiarita la dinamica dei fatti. La bambina, ascoltata da una psicologa, non ha mai confermato di aver riferito ai due animatori di essere stata molestata dal padre. I due, essendo di origine straniera e non comprendendo bene l’italiano, avrebbero frainteso le parole della piccola.

L’uomo è riuscito ad ottenere la scarcerazione lo scorso 14 dicembre dietro pagamento di cauzione di 5 mila euro al tribunale del riesame greco ed è ritornata in patria dove ha deciso di denunciare l’accaduto e i due animatori alla Procura di Napoli Nord.

continua a leggere su Teleclubitalia.it