Sono stati identificati e fermati dai Carabinieri i tre presunti rapinatori che il 9 ottobre scorso avrebbero fatto irruzione al ristoranteUn posto al sole” di Casavatore. Dovranno rispondere delle accuse di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di un numero indeterminato di rapine.

Casavatore, rapina in pizzeria con fucili puntati contro i bambini: 3 arresti

Con fucili e i kalashnikov seminarono il panico tra i clienti, senza tener conto della presenza dei bambini che mangiavano a tavola con le rispettive famiglie.

Secondo gli investigatori sarebbero autori anche di altre rapine, tutte sventate dai Carabinieri. Le indagini, delegata alla Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Casoria assieme ai militari della Stazione Carabinieri di Casavatore, erano partite dopo la rapina al ristorante della provincia di Napoli. Oltre all’individuazione e identificazione dei presunti responsabili della rapina, gli investigatori hanno accertato l’esistenza di una vera e propria organizzazione stabile dedita alla commissione di rapine anche con l’uso di armi da guerra.

Le persone fermate nel giro di pochi giorni avevano organizzato diverse altre rapine, per fortuna tutte sventate grazie alla massiccia presenza del personale dell’Arma dei Carabinieri che stava presidiando il territorio.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it