Durano dodici secondi le immagini, catturate da una telecamera di videosorveglianza, che mostrano quei drammatici momenti a Marina Grande, a Capri. Dal filmato si vede il minibus svoltare a destra e sfondare la ringhiera e infine precipitare nel burrone.

Capri, il video dell’incidente a Marina Grande: così il minibus è precipitato sul lido

Alla guida del pulmino c’era Emanuele Melillo, 33 anni, unica vittima dell’incidente. Napoletano del Rione Sanità, ogni giorno prendeva l’aliscafo da Napoli per raggiungere l’isola Azzurra per lavorare. Melillo aveva avuto in figlio da una precedente relazione e da poche settimane la nuova compagna era in dolce attesa. Potrebbe essere stato colto da un malore mentre era alla guida ma sarà l’autopsia a chiarire le cause del decesso.

Nell’incidente sono rimaste ferite 28 persone, di cui almeno quattro in modo grave. Immediati i soccorsi con i feriti trasportati all’ospedale Capilupi, mentre l’Asl Napoli 1 Centro ha attivato l’eliambulanza del Servizio Regionale di Emergenza 118, abilitato al trasporto dei pazienti. 

Tutti i feriti sono stati trasferiti presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Capilupi (codici gialli e rossi) presentano politraumi a dinamica maggiore con fratture multiple dello scheletro in più distretti, sospette lesioni vascolari dei distretti toraco-addominali, policontusioni multiple, escoriazioni multiple, ferite lacero contuse multiple.

Ricoverato all’ospedale pediatrico Santobono c’è un bambino di 12 anni con doppia frattura. Anche un altro minore si trova presso il presidio del Vomero. Una donna, ferita gravemente, è stata trasferita all’Ospedale del Mare, dove è attualmente ricoverata.

continua a leggere su Teleclubitalia.it