Tremano ancora i Campi Flegrei. Uno sciame sismico è stato rilevato dall’Osservatorio Vesuviano, due le scosse più forti, avvertite alle ore 5:37 e 5:43 di questa notte, rispettivamente di magnitudo 2.0 e 1.6. Entrambe registrate ad una profondità di 1,8 chilometri con epicentro tra la Solfatara e Via Napoli.

Il movimento tellurico è stato avvertito dagli abitanti di Pozzuoli e Napoli (in particolare, Bagnoli e Fuorigrotta), ma anche a Monte di Procida, Bacoli, Quarto, Calvizzano e Marano.

Le parole del sindaco

Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha fatto sapere che “sono in corso le verifiche sul territorio da parte della Polizia municipale e dei volontari di Protezione Civile, ma non risultano al momento segnalazioni di danni. L’Amministrazione Comunale, insieme alla Protezione Civile del Comune di Pozzuoli”, ha proseguito il primo cittadino puteolano, “segue da vicino l’evolversi della sequenza sismica in atto e fornirà successivi aggiornamenti fino a conclusione del fenomeno”.

Leggi anche >> Terremoto in mattinata a Pozzuoli: “Livello terreno quasi come quello del 1984”

Lo sciame sismico

Da giorni si registrano scosse di terremoto nella zona dei Campi Flegrei. La zona è altamente sismica, dovuta al fenomeno del bradisismo che provoca il sollevamento (e anche l’abbassamento) della terra di circa un centimetro al mese. Negli ultimi anni la zona si è sollevata di quasi un metro.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it