Scovati 50 furbetti del Green Pass dall’Asl di Salerno: i casi, tutti dell’agro nocerino-sarnese, erano registrati nell’elenco dei vaccinati, senza aver realmente ricevuto il siero anti Covid.

Scoperti 50 furbetti del Green Pass

Sono 50 i primi furbetti del Green pass trovati dall’Asl di Salerno, tutti appartenenti all’agro nocerino-sarnese: la scoperta è avvenuta in seguito alla segnalazione di un mese fa sulle presunte vaccinazioni fantasma, partita dai centri vaccinali di Scafati e Nocera Inferiore.

Come riporta “Il Mattino”, si tratta di cinquanta persone che erano state inserite all’interno dell’elenco dei soggetti che si erano sottoposti al vaccino, senza averlo mai effettivamente ricevuto. La frode è stata possibile grazie a qualcuno che ha utilizzato le credenziali in dotazione al personale degli hub vaccinali, inserendo i dati delle somministrazioni fasulle.

Sono in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine per risalire agli autori: l’Asl, intanto, ha chiesto ai funzionari di cambiare le password ogni due ore.

Si procede con la terza dose

Intanto, in merito al tema vaccini, in Italia si procede con la somministrazione della terza dose. Si allarga la platea di coloro che la riceveranno: dal primo dicembre saranno chiamati anche chi ha tra i 40 e i 60 anni. Ad annunciare l’importante novità è il ministro Speranza nel corso del question time tenutosi ieri alla Camera.

continua a leggere su Teleclubitalia.it