Ci sono anche i fratelli boss Luigi, Antonio, e Angelo Moccia tra le 57 persone indagate – di cui 52 finite in manette – nell’ambito della maxi retata eseguita dai Carabinieri del Ros che ha permesso di sgominare l’omonimo clan. 

Camorra, le mani del clan Moccia sull’Alta Velocità

Solo pochi giorni fa, Luigi Moccia, è stato condannato a venti anni di carcere per associazione mafiosa dal tribunale di Napoli. Secondo le indagini, i fratelli insieme al cognato Filippo Iazzetta avrebbero veicolato ordini agli affiliati – anche dal carcere e nonostante Luigi e Angelo Moccia si fossero trasferiti da tempo a Roma – promuovendo numerose attività illegali, avviate sia dai sottogruppi territoriali costituenti l’ala militare del gruppo criminale, sia da alcuni imprenditori della zona.

Negli anni i Moccia sono riusciti ad infiltrasi in vari settori economici: dal recupero degli olii esausti al settore alimentare fino al mercato immobiliare. Ma è sui grandi appalti ferroviari e dell’Alta Velocità, in particolare, che avrebbero concentrato i propri affari. I boss avrebbero infatti impartito direttive ai sodali e finanziato gli appalti con ingenti capitali, frutto delle loro attività illecite.

Gli arresti

Gli arresti sono stati eseguiti, nella notte, dai Carabinieri del Ros. Al termine di indagini coordinate dalla Procura di Napoli, i militari dell’Arma hanno notificato 57 misure cautelari (36 arresti in carcere, 16 arresti ai domiciliari e 5 divieti temporanei di esercitare attività d’impresa) emessi dal gip lo scorso 9 aprile nei confronti di altrettanti indagati.

Le accuse sono, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, autoriciclaggio, fittizia intestazione di beni, corruzione, porto e detenzione illegale di armi da fuoco, ricettazione, favoreggiamento, reati aggravati dalla finalità di agevolare la cosca criminale. 

Oltre agli arresti, il Gruppo d’Investigazione sulla Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza ha eseguito ulteriori 2 misure del divieto temporaneo di esercitare attività d’impresa e un decreto di sequestro preventivo d’urgenza di beni mobili, immobili e di quote societarie per un valore complessivo che si aggira intorno ai 150.000.000 di euro.

Due politici tra gli indagati

Ci sono anche due politici pugliesi tra i 57 indagati. Si tratta  dell’ex assessore all’Ambiente del Comune di Lecce Andrea Guido (in carica con la giunta di centrodestra di Paolo Perrone e attualmente consigliere comunale di opposizione) e di Pasquale Finocchio, ex consigliere comunale barese di Forza Italia poi passato al gruppo misto, che ha concluso l’esperienza politica attiva durante la precedente amministrazione. Entrambi sono finiti agli arresti domiciliari. Guido è indagato per corruzione, Finocchio per traffico di influenze illecite.

I nomi degli indagati

  • ABBONDANDOLO Claudio
  • AUBRY Rosa
  • AMABILE Antonio, detto o ’ Biondo o’ Tedesco.
  • AVVERSO Nicola, detto Nicola o ’ Meccanico.
  • CAIAZZO Cesare, detto Cesarino.
  • CAPUTO Domenico, detto Zio Mimi.
  • CAPUTO Vincenzo, detto Enzucciello o vrucculillo.
  • CARLINO Raffaele
  • CARRESE Pasquale, detto Lino, Lino a quercia,
  • Linuccio, Linuccio o ’Russ.
  • CASTALDO Luigi, detto Gigino o’ Milord.
  • CASTALDO Raffaele, detto Lello o’Mostro.
  • CERIELLO Anna
  • CHIERCHIA Luca
  • CHIRICO Pietro
  • CHIRICO Carmine
  • CIMIMI Domenico, detto Mimì, Mimmo, Mimuccio o‘ prevete.
  • ClNQUEGRANA Antonio
  • CIOTOLA Fiora
  • COPPETA Gabriele
  • CREDENDINO Pasquale, detto Pasquale o ’ Luong.
  • DAMIANO Francesco, detto o Pagliacciello.
  • DE COSTANZO Giuseppe, detto Peppe Berfi.
  • DE FALCO Giovanni
  • DE LUCA Giuseppe
  • DE LUCA CARMELA
  • DEL PRETE PASQUALE
  • D’ELIA Giuseppe
  • DEODATO Stefano
  • DE VITO Crescenzo
  • DE MICCO Michele
  • DI SARNO Francesco
  • DONATORE Antonio
  • EBOLI Salvatore
  • ESPOSITO Aniello
  • ESPOSITO Giovanni
  • ESPOSITO Angolo
  • ESPOSITO Manlio
  • ESPOSITO Giuseppe
  • ESPOSITO Umberto
  • FALCO Roberto
  • FALLICO Salvatore
  • FAVELLA Francesco
  • PERONE Ciro
  • FINOCCHIO Pasquale
  • FORTE Giovanni
  • GUIDO Andrea
  • IOVINELLA Alessandro
  • IAZZETTA Filippo
  • IAZZETTA AMILCARE
  • IODICE PIETRO
  • LETTIERI Carmine
  • MAISTO Salvatore
  • MALDARELLI Antonio
  • MALINCONICO Massimo
  • MANGIA Eleonora,
  • MOCCIA Angelo
  • MOCCIA Antonio,
  • MOCCIA Gennaro (di Angelo)
  • MOCCIA Luigi
  • MOSELLA Maria
  • NOBILE Antonio
  • PARIBELLO Tommaso
  • PETRILLO Enrico
  • PIROZZI Francesco
  • PISCITELLI Claudio
  • PISCOPO Angelo
  • PUZIO Antonio
  • PUZIO Giuseppe
  • PUZIO Michele
  • RUBICONTI Gennaro
  • RUSSO Giovanni
  • SALIERNO Mario
  • SEPE Benito
  • SEPE Raffaele
  • SILVESTRO Santo
  • SOTTOFERRO Alessandro
  • TIRINO Gaetano
  • TREMANTE Marco
  • TUCCI Vincenzo
  • VIRTUOSI Antonio
  • VITALE Antonio
  • VITALE Ferdinando
  • VITUCCI Anselmo
  • ZANFARDINO Benito
continua a leggere su Teleclubitalia.it