La Polizia ha dato esecuzione ad un decreto di fermo per il reato di tentato omicidio, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, nei confronti di un 16enne.

Brusciano, minore accoltellato in una rissa. 16enne confessa: “Sono stato io”

L’adolescente ha infatti confessato alle forze dell’ordine e al pm di aver coltellato un coetaneo nel corso di una rissa tra alcuni giovani, scoppiata qualche giorno fa a Brusciano. 

Sul posto accorsero gli agenti del Commissariato di Acerra, su disposizione della Centrale Operativa. Alcuni testimoni raccontarono loro che, poco prima, un gruppo di giovani aveva litigato per futili motivi e, dopo qualche ora, uno di essi, con un coltello a serramanico, aveva colpito un altro ferendolo gravemente in zone vitali.

Attraverso l’attività info-investigativa, i poliziotti sono riusciti ad identificare l’aggressore e, presso la sua abitazione, hanno rinvenuto dei capi di abbigliamento corrispondenti a quelli utilizzati dal giovane. Ieri, all’esito dell’udienza di convalida, il Giudice per le Indagini Preliminari ha convalidato il fermo e disposto per il sedicenne la misura del collocamento in comunità.

continua a leggere su Teleclubitalia.it