Arrivano lunedì, 16 maggio, gli incentivi per l’acquisto di auto e moto elettriche, ibride o a bassa emissione. Sono previsti infatti sconti fino a 5mila euro.

Bonus auto e moto, incentivi da lunedì: come funzionano e come richiederli

Il ministero dello Sviluppo economico ha fatto sapere che sta per essere pubblicato il decreto in Gazzetta ufficiale, che ne sancirà l’immediata operatività.  Pronti a essere sbloccati 650 milioni di euro per il 2022, altrettanti nel 2023 e altri ancora nel 2024, per un totale di quasi due miliardi in tre anni.

L’impianto degli incentivi prevede che per l’acquisto di auto elettriche, con un prezzo fino a 35mila euro più Iva, sia possibile richiedere un contributo di 3mila euro. Si possono aggiungere altri 2mila euro con la rottamazione di un mezzo inferiore a Euro5.

Per comprare veicoli ibridi plug-in con un prezzo fino a 45mila euro più Iva, si può avere un contributo di 2mila euro. Anche in questo caso con la rottamazione si possono aggiungerne altri 2mila euro.

Per le auto con motori tradizionali a basse emissioni e alcune tipologie di mild hybrid e full hybrid con un prezzo fino a 35 mila euro più Iva, è possibile richiedere un contributo di 2mila euro solo con rottamazione.

Per i ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi, il bonus è del 30% del prezzo fino a 3mila euro, e del 40% fino a 4mila euro se una moto viene rottamata. 

Per i ciclomotori e motocicli termici (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e) è invece previsto un contributo del 40% del prezzo d’acquisto e fino a 2500 euro con rottamazione.

Sarà possibile effettuare le prenotazione su apposita piattaforma a partire dal 25 maggio, ma i contratti di vendita saranno validi già dal 16 maggio.  Per le piccole e medie imprese, infine, ci sono incentivi per l’acquisto di nuovi veicoli commerciali elettrici di categoria N1 e N2, cioè mezzi per il trasporto merci. Si deve però rottamare un veicolo inferiore a Euro 4.

continua a leggere su Teleclubitalia.it