Svolta nell’inchiesta sul drammatico incidente a Capri. La Procura di Napoli ha iscritto sei persone nel registro degli indagati nell’ambito degli accertamenti sulla morte di Emanuele Melillo, l’autista 32enne deceduto il 22 luglio 2021 nel grave incidente stradale avvenuto a Marina Grande che ha provocato anche 23 feriti.

INCIDENTE EMANUELE MELILLO, SEI INDAGATI 

Si tratta di quattro funzionari responsabili dei dipartimenti viabilità  della città metropolitana di Napoli, dell’amministratore della società di trasporto caprese ATC e di un medico. Nei loro confronti vengono ipotizzati, a vario titolo, i reati di disastro colposo, omicidio stradale e lesioni stradali multiple. Il prossimo 24 febbraio verrà conferito l’incarico a un consulente della Procura che darà così inizio all‘incidente probatorio sul bus precipitato e sulla documentazione finora raccolta dagli inquirenti. La famiglia, attraverso il legale, ha subito commentato le novità emerse oggi dall’inchiesta.

“La notizia dell’avvio degli accertamenti, il prossimo 25 febbraio, è stata bene accolta dalla famiglia Melillo. Oggi abbiamo appreso anche i nomi delle sei persone iscritte nel registro degli indagati per questi fatti. Solo attraverso queste attività  potremmo avere finalmente una risposta su quanto accaduto lo scorso luglio a Capri”. Così l’avvocato Giovanna Cacciapuoti, legale della famiglia Melillo, commenta la notizia dell’imminente avvio dell’incidente probatorio sulla tragedia avvenuta a Capri dove ha perso la vita l’autista 32enne Emanuele Melillo. “La famiglia continua ad avere fiducia nell’operato della magistratura – conclude Cacciapuoti – e si augura che i tempi per espletamento di questo incarico siano brevi”.

L’autista 32enne era originario del Rione Sanità e lasciò la moglie incinta. La donna poi ha perso il bambino dopo lo choc per l’incidente mortale di Emanuele. Melillo stava percorrendo un tratto in salita quando il bus colpì la ringhiera, sfondandola. Il minibus precipitò colpendo uno degli edifici appartenenti ad uno stabilimento balneare dell’isola azzurra.

continua a leggere su Teleclubitalia.it