francesco mallardo maria licciardi

Una federazione criminale potentissima, ramificata in diversi settori dell’imprenditoria e della società civile. E’ il quadro tratteggiato dalle forze dell’ordine nell’ambito della conferenza stampa organizzata dopo il blitz che ha messo in ginocchio l’Alleanza di Secondigliano. A finire in manette 126 affiliati ai clan Mallardo, Contini e Licciardi. In tutto 214 indagati e un maxi-sequestro da 130 milioni di euro.

Anzitutto Ciccio ‘e Carlantonio, il boss del clan Mallardo, 68 anni, detenuto in regime di 41bis a L’Aquila fino a poco tempo fa e destinatario nell’aprile scorso di una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere. Secondo gli investigatori, per esperienza e spessore criminale, rappresenta lui il “capo dei capi” dell’Alleanza di Secondigliano. Le principali direttive impartite alle varie cellule criminali disseminate tra Napoli e provincia partivano dal boss giuglianese.

L’Alleanza in particolare aveva scelto l’Ospedale Don Giovanni Bosco come base logistica per panificare delitti di stampo camorristico e per organizzare imponenti truffe assicurative capaci di rimpinguare le casse dell’organizzazione. I tre clan controllano all’interno del nosocomio partenopeo forniture, appalti e persino i rapporti con i sindacati. Un quadro allarmante che rivela una potentissima regia criminale dietro l’organizzazione  economica e burocratica della struttura ospedaliera.  Gli investigatori hanno altresì documentato decine e decine di estorsioni praticate ai danni delle attività commerciali dell’area nord di Napoli, ma mai nessuna denuncia sarebbe stata sporta dalle vittime.

Intanto è caccia alla madrina di camorra Maria Licciardi. La sorella del boss Vincenzo, detta “a piccerella”, è irreperibile da questa mattina, quando è scattato il blitz all’alba delle forze dell’ordine. I carabinieri hanno bussato questa mattina alla porta della boss, ritenuta attualmente ai vertici dell’omonimo clan che compone l’Alleanza di Secondigliano, ma non era presente per la notifica dell’atto giudiziario. Sarebbe latitante.

LEGGI TUTTI I NOMI:

Napoli, 126 arresti nell’Alleanza di Secondigliano: colpo ai Mallardo, Contini e Licciardi. I nomi

continua a leggere su Teleclubitalia.it