Ancora episodi di irregolarità in questa tornata elettorale che si appresta a concludersi. Ieri, ad Afragola, in provincia di Napoli, è stato denunciato un uomo per aver fotografato la scheda elettorale sulla quale aveva segnato la sua preferenza per Antonio Pannone, il candidato sindaco al ballottaggio con Gennaro Giustino.

Afragola, fotografa la sua scheda elettorale in cabina: nei guai funzionario bancario

La vicenda è avvenuta nei seggi della scuola materna San Marco. A darne notizia è Il Mattino. L’uomo, poi identificato in un funzionario bancario, dopo aver esibito il documento di identità, ha ritirato la scheda ed è entrato in cabina. A quel punto ha tirato fuori il cellulare e scattato una foto. Il clic, però, è stato sentito chiaramente dal presidente del seggio che ha subito chiamato la polizia. 

Gli agenti del Commissariato di Afragola hanno così controllato lo smartphone del funzionario di banca e accertato che il colletto bianco aveva fotografato la sua preferenza. 

Inevitabilmente è scattata la denuncia per introduzione illegale di telefoni o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini. 

Dopo aver appreso la notizia, Antonio Pannone ha diramato una dura nota di condanna: “Come ci indica la Costituzione, il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico. Tutte le azioni che possono compromettere la libera espressione del voto sono da condannare senza “se” e senza “ma”. C’è poco da aggiungere. Per nessuna regione – prosegue Pannone – si può accettare che si possa fare la foto al voto indicato nella scheda elettorale che la legge vieta espressamente. Mi auguro che tutti i presidenti di seggio stiano facendo le necessarie verruche anche con il supporto delle forze dell’ordine, dove se ne ravvisi la necessità”. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it