bomba d'acqua nardò

Strade trasformate in fiumi in pochi minuti dopo il violento nubifragio che si è abbattuto questo pomeriggi a Nardò, in provincia di Lecce. La potente bomba d’acqua ha causato disagi e danni alla popolazione: da garage e scantinati allagati fino alle campagne inondate di acqua.

L’acqua ha superato cinquanta centimetri d’altezza. In alcune zone di Nardò c’è stata l’interruzione dell’energia elettrica dovuta proprio all’ondata di maltempo. Alcuni cittadini sono stati costretti a uscire a nuoto dai finestrini delle auto. Non si registrano feriti, ma ci sono danni a numerosi edifici, anche commerciali, allagati.

La situazione a Nardò

Il sindaco, Pippi Mellone, ha monitorato la situazione fino alle 14 a Palazzo di Città ma non sono stati assunti provvedimenti. Intono alle 15 l’addensamento si è poi gradualmente attenuato in mare lasciando lungo il territorio solo la caduta di pioggia più moderata e la circolazione è tornata regolare. La situazione meteorologica resta comunque sotto controllo in vista di ulteriori peggioramenti.

continua a leggere su Teleclubitalia.it