francesco cioffi morto sorrento

SI tinge di giallo la morte di Francesco Cioffi, lavapiatti di Castellammare di Stabia di 63 anni. L’uomo è stato ritrovato senza vita nell’albergo in cui lavorava a Sorrento. La Procura di Torre Annunziata ha aperto un’inchiesta per fare luce sulla vicenda.

Sorrento, lavapiatti trovato morto in albergo: è giallo

Il rinvenimento del cadavere è avvenuto sabato scorso nel parcheggio dell’albergo. Secondo le prime ricostruzioni, Francesco Cioffi sarebbe morto per un malore. Il suo corpo era adagiato su un lettino sdraio. Tuttavia a insospettire gli investigatori sono stati alcuni dettagli: il 63enne infatti presentava delle ferite e gli occhiali riposti in un borsello avevano i vetri rotti. I magistrati hanno disposto l’esame autoptico per ricostruire le esatte cause del decesso.

L’allarme era scattato sabato sera quando Francesco non è rientrato a casa dai familiari, a Castellammare. Avrebbe infatti dovuto finire il turno di lavoro attorno alle ore 18,30 di sabato. Ma solo in tarda serata i familiari sarebbero venuti a conoscenza della sua scomparsa dai carabinieri di Sorrento. Altro elemento che inizialmente ha destato sospetti era l’assenza degli abiti da lavoro, che inizialmente non sarebbero ancora stati ritrovati dagli investigatori.

continua a leggere su Teleclubitalia.it