Il Cashback potrebbe essere sospeso presto. Il Governo sta pensando di chiudere i rubinetti delle casse dello Stato per il finanziamento del rimborso. Ieri si è riunita la cabina di regina di palazzo Chigi per decidere sullo sblocco dei licenziamenti e sulla sospensione dell’invio delle cartelle per altri due mesi.

Stop al cashback da luglio: il governo pensa di sospenderlo per 6 mesi

L”ipotesi che appare più plausibile è quella di sospendere il cashback per almeno sei mesi, a partire dal 30 giugno. Ossia dal giorno in cui termina il primo semestre completo del rimborso, partito a gennaio 2021 dopo il primo mese sperimentale di dicembre.

Leggi anche >> Cashback: benzina, ricariche e delivery, quali acquisiti possiamo fare

Lo stop del cashback riguarderà la possibilità di ricevere fino a 150 euro ogni sei mesi per chi effettua almeno 50 pagamenti con strumenti elettronici in questo periodo di tempo. Inoltre, la sospensione del rimborso determinerebbe anche la fine del super-premio da 1.500 euro, previsto dal cashback per i maggiori utilizzatori dei pagamenti con carte, bancomat e app.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it