Il focolaio scoppiato dopo il concertone a Maiorca continua ad allargarsi. Dai 700 contagi dei giorni scorsi (tutti giovani), oggi si registrano altri 150 nuovi positivi. In totale quindi sono 850 i ragazzi positivi al virus provenienti da otto comunità spagnole e altri tremila sono in quarantena solo a Madrid, come riporta la stampa locale.

Al momento sull’isola sono stati identificati 268 contatti di positivi che sono già rincasati. Di questi, 175 sono stati trasferiti nel Covid hotel Palma Bellver dove trascorreranno 10 giorni in quarantena. Tra di loro 33 sono già risultati positivi e nove sono stati trasferiti all’ospedale di Son Espases con febbre alta.

Così è scoppiato il focolaio

Tutto è cominciato lo scorso 12 giugno, da quando centinaia di studenti provenienti da tutta la Spagna si sono ritrovati a Maiorca per festeggiare la fine dell’anno scolastico. Molti hanno acquistato pacchetti venduti da agenzie di viaggio all inclusive per un massimo di 400 euro.

I focolai hanno avuto origine in un concerto reggaeton nella Plaza de Toros a Palma di Maiorca e in diverse feste in barche e hotel. Le autorità dell’isola delle Baleari hanno annunciato un’inchiesta per appurare se una serie di hotel e locali a Palma abbiano seguito le misure anti-Covid. a di turisti britannici dopo che Londra l’ha inserita nella lista “verde” delle destinazioni.

continua a leggere su Teleclubitalia.it