Di Nicola Tanturli ancora nessuna traccia. Le ricerche del piccolo di 21 mesi, scomparso nella notte tra lunedì e martedì in una località del fiorentino, sono andate avanti per tutta la notte. Anche un aereo termoscanner ha partecipato alle ricerche dando purtroppo esito purtroppo negativo.

Centinaia di persone tra forze dell’ordine e volontari hanno setacciato i boschi che circondano Campanara di Palazzuolo sul Senio, una località isolata del Mugello dove la famiglia vive in un casolare gestendo un’azienda di apicoltura.

Nicola scomparso nel nulla

A dare l’allarme sono stati proprio i genitori che durante la notte non lo hanno più trovato nel letto. L’ipotesi più probabile al momento è che il piccolo si sarebbe allontanato autonomamente.  Il territorio viene setacciato con un elicottero dei vigili del fuoco, con droni e con unità cinofile.

Partecipa alle ricerche anche l’elicottero HH-139B dell’Aeronautica Militare decollato dall’aeroporto militare di Cervia. Le ricerche dei sommozzatori nel lago hanno dato esito negativo per cui Nicola non sarebbe finito in acqua. “È un bambino molto attivo, molto vispo, potrebbe camminare per un chilometro all’ora, non sappiamo quanta distanza possa aver fatto. Era abituato ad uscire dalla casa, a vivere all’aria aperta”, ha spiegato ieri il sindaco di Palazzuolo, che assicura che le ricerche non si fermeranno.

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it