morto treno donato gregorio

E’ morto sul treno mentre era diretto in Calabria. Donato Gregorio, 69 anni, è spirato a seguito di un malore sul regionale partito da Napoli centrale e diretto a Cosenza. L’uomo, originario di San Giorgio a Cremano, si è sentito male durante il viaggio. A provocare il malore, probabilmente, le alte temperature di questi giorni.

Malore sul treno Napoli-Cosenza: morto uomo di San Giorgio a Cremano

La tragedia si è consumata nei pressi della stazione di Capaccio Roccadaspide. Quando ha iniziato a stare male, Donato ha invocato l’aiuto degli altri passeggeri. Il personale di Trenitalia ha fatto scattare subito l’allarme e ha cercato possibili medici a bordo per prestare la prima assistenza al 69enne. Il convoglio poi si è fermato alla stazione di Paestum dove sono intervenuti i sanitari della Croce Rossa.

Purtroppo però per Donato Gregorio non c’era più niente da fare. Inutile ogni tentativo di rianimazione. Molto probabilmente si è trattato di un arresto cardiaco fulminante. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Capaccio Scalo per i rilievi. Choc e dispiacere tra i viaggiatori che hanno assistito loro malgrado al collasso dell’uomo.

Era diretto in vacanza

Gregorio aveva preso il Treno a Napoli Centrale, come aveva fatto tante altre volte per raggiungere Ascea, nota località balneare del Cilento, dove forse doveva trascorrere qualche giorno di vacanza. Purtroppo un atroce destino lo ha strappato per sempre all’amore e all’affetto dei suoi cari.

continua a leggere su Teleclubitalia.it