sparatorie napoli chiaiano quartieri spagnoli

Tre sparatorie nel giro di pochi minuti in tre punti diversi della città. Napoli sembra risprofondata nel terrore di una faida di camorra. I tre episodi, però, assicurano gli investigatori, non sono collegati tra di loro.

Due sparatorie ai Quartieri Spagnoli

Le prime due sparatorie ai Quartieri Spagnoli. Vittime due incensurati. Poco dopo le sette in vico Lungo a San Matteo, Enrico De Maio, 56 anni, è stato raggiunto da un colpo d’arma da fuoco al torace. E’ ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Pellegrini di Napoli. L’altro ferito è Vittorio Vaccaro, 62 anni. Anche lui è stato trasportato nel presidio della Pginasecca. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Napoli Centro che hanno avviato le indagini.

Stesa a Chiaiano

Sempre alle 19, a diversi chilometri di distanza, un’altra sparatoria a Chiaiano. In via Santa Maria a Cubito quattro persone in scooter, con i volti coperti da caschi integrali, hanno esploso colpi di pistola in strada seminando il panico tra i passanti. Non si registrano feriti. Si tratterebbe di una stesa. Gli investigatori indagano a tutto campo. I tre episodi però non avrebbero alcune legame tra di loro.

continua a leggere su Teleclubitalia.it