Momenti di paura si sono vissuti a San Giorgio a Cremano. Ieri pomeriggio, poco dopo le 17, un autobus dell’EAV si è schiantato contro un edificio. Coinvolta nell’incidente anche un’auto.

Paura a San Giorgio a Cremano, bus si schianta contro palazzo

Ancora da chiarire la dinamica del sinistro stradale. Secondo le prime ricostruzioni, pare che l’autista sia stato colto da un malore improvviso. Le sue condizioni però non sarebbero gravi: la prognosi per lui è di 5 giorni.

Sul luogo dell’incidente è intervenuto un mezzo del 118, la polizia municipale e una pattuglia della polizia. L’incidente ha attirato la curiosità di numerose persone, che hanno assistito allo schianto del bus dalla strada o dai balconi delle case: qualcuno ha immortalato la scena con il proprio telefonino, pubblicando video e foto sui social network.

La richiesta di Usb

“Sono diversi gli studi internazionali che attribuiscono lo scettro di lavoro più stressante del mondo al conducente di autobus – scrive il sindacalista Usb Adolfo Vallini – Eppure sono tante le aziende di trasporto che lasciano i propri dipendenti alla guida dei mezzi fino alla pensione. Senza prevedere mansioni alternative e, soprattutto, senza attuare le necessarie misure di prevenzione contro lo stress e le aggressioni verbali e fisiche.

“Come sindacato USB, al fine di abbassare i livelli di stress lavoro correlato tra gli autisti, abbiamo più volte proposto ad alcune Aziende di utilizzare i conducenti di autobus, almeno 5 mesi all’anno, per le attività di controllori, ausiliari al traffico e per la movimentazione a vuoto dei veicoli aziendali. Una soluzione che porterebbe ad una drastica diminuzione dei casi di inidoneità e favorirebbe una maggiore produttività, anche sotto l’aspetto dei ricavi derivanti dalla lotta all’evasione sui bus e dagli stalli a pagamento”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it