“Ci sarà il giorno che qualcuno verrà a chiederci scusa, forse sarà troppo tardi. Scusa per tutto quello che abbiamo subito in questi anni, illazioni, allusioni, soprusi, angherie, bugie, mancanza di rispetto e tanto altro”. Sono le parole di Piera Maggio che, ieri sera, ha pubblicato un post sulla propria pagina Facebook.

Anna Corona e Peppe della Chiesa indagati, Piera maggio rompe il silenzio. Le sue parole

Ieri sera la trasmissione di Rete 4, Quarto Grado, ha rivelato in anteprima la decisione della Procura di Marsala di iscrivere nel registro degli indagati Anna Corona, ex moglie del papà biologico di Denise, Pietro Pulizzi, e Giuseppe Della Chiave, nipote di Battista Della Chiave, il testimone sordomuto, oggi deceduto.

Secondo il racconto dello zio, Battista Della Chiave, Denise fu rapita e poi portata con un motorino verso un molo, avvolta in una coperta, prima di essere caricata su una barca.

Al momento la Procura non ha ancora confermato che Anna Corona e Peppe della Chiave sono indagati. Nei giorni scorsi, i magistrati hanno riaperto l’inchiesta sul rapimento della bimba e stanno riesaminando alcune intercettazioni ambientali.

Nei giorni scorsi Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, ha ricevuto una lettera anonima, nella quale un testimone oculare riferirebbe di avere visto Denise in auto con altre persone, poco dopo il rapimento, mentre piangeva e chiedeva di sua madre.

continua a leggere su Teleclubitalia.it