richiami pfizer

L’obiettivo è quello di vaccinare una più ampia platea di persone. Il richiamo dei vaccini Pfizer e Moderna slitta a 42 giorni dopo la prima somministrazione. I tempi si allungano per immunizzare più persone, ma il Comitato tecnico scientifico rasserena: “Protezione alta già con la prima dose”.

Vaccini Pfizer e Moderna: seconda dose dopo 42 giorni

Secondo quanto riporta il mattino, in Campania, tutti coloro che sono stati o saranno vaccinati fino a domenica continueranno a ricevere il richiamo dopo 21 giorni, mentre per i nuovi vaccinati saranno applicate le 6 settimane previste da ieri nella raccomandazione del Cts.

Il richiamo di Pfizer era stabilito a 21 giorni dalla prima dose. Per il vaccino Moderna, invece, bisognava attenderne 28. Ieri, invece, il ministero della Salute ha deciso di estendere l’intervallo tra le due somministrazioni. La scelta è dettata dal vaccinare il prima possibile più cittadini, così da rendere immuni una più ampia platea di persone.

Si raccomanda tutti i cittadini, anche chi ha ricevuto una o entrambe le dosi di vaccino, di essere prudenti e comportarsi in maniera responsabile, rispettando dunque le norme anti-covid.

Caserta, l’Asl accelera: vaccino covid a tutti per 24h. Dove iscriversi

continua a leggere su Teleclubitalia.it