decapitata statua padre pio san clemente

Decapitata la statua di Padre Pio. Lo sconcertante episodio è avvenuto a San Clemente, frazione di Caserta.

I carabinieri della Compagnia di Caserta hanno denunciato un 61enne eritreo, senza fissa dimora, con l’accusa di aver danneggiato statue sacre installate in aree pubbliche nella frazione San Clemente del capoluogo.

Decapitata statua Padre Pio

L’uomo è stato identificato grazie a delle immagini di video-sorveglianza, che lo hanno ripreso mentre decapitava la statua di Padre Pio, ma è ritenuto responsabile anche di altri danneggiamenti di statue sacre avvenuti sempre a San Clemente negli ultimi mesi; il più eclatante, che destò indignazione e preoccupazione tra i residenti della frazione di Caserta, avvenne il 28 dicembre scorso, quando la statua di Gesù installata nella villetta comunale fu vandalizzata con il taglio di un dito e altri danni.

“Condanniamo l’episodio sconcertante di oggi, la vandalizzazione di luoghi e simboli che molto rappresentano per la comunità di San Clemente e siamo certi che i responsabili saranno individuati con certezza dalle Forze dell’Ordine e puniti dalla Magistratura, indipendentemente dal colore della loro pelle” ha affermato il sindaco Carlo Marino.

“L’Amministrazione, di concerto con le associazioni locali, provvederà a contribuire al ripristino dei luoghi e a rafforzare un percorso di responsabilità collettiva, nel corso del quale con convinzione e determinazione ciascuno dia il massimo per affrontare il disagio sociale e combattere il degrado. La sicurezza e la qualità della vita dipendono, infatti, dall’impegno di ognuno, nelle istituzioni e in tutti i livelli della società civile. Sono certo che gli avvenimenti odierni potranno farci più forti nell’impegno quotidiano necessario al bene della città. Mi auguro, infine, che nessuno possa avanzare o proporre polemiche e speculazioni, ancor più se di parte politica, sulla natura specifica dell’accaduto: Caserta non ha bisogno di questo, ma del lavoro e dell’impegno di tutti”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it