Hanno trafugato tre statue del ‘600 da una chiesa e le hanno portate in un’associazione della Madonna dell’Arco dell’Arenaccia, a pochi passi dall’abitazione, in via Giovanni e Paolo, dove risiede Anna Maglieri, la suocera dei capi clan dell’Alleanza (Patrizio Bosti, Francesco Mallardo e Eduardo Contini). 

Napoli, trafugate 3 statue dalla chiesa per ordine della suocera dei boss Mallardo e Contini

Gli inquirenti, riporta Il Mattino, sono convinti che il furto sia opera dell’anziana donna, la quale avrebbe ordinato di sottrarre le opere d’arte dalla vicina chiesa. 

Le statue rubate risalgono al 1600 e raffigurano la Madonna del Rosario con il bambino Gesù tale braccia, San Domenico e Santa Rosa. 

Quando sabato pomeriggio i militari sono giunti in via San Francesco e Paolo con una ditta incaricata per prelevare le effigi si sono vissuti attimi di tensione: qualcuno ha infatti offeso e minacciato gli addetti. 

E, mentre le statue venivano caricate, gli inquirenti hanno scoperto un dettaglio fondamentale: sotto a due statue c’erano targhe in omaggio ai boss Bosti e Mallardo. 

Adesso la Dda vuole vederci chiaro sulla vicenda: come è stato possibile che le statue siano finite lì? E soprattutto, ci sono state minacce e pressioni sui parroci per agevolare il furto? Gli investigatori, a tal proposito, stanno raccogliendo informazioni tra il personale ecclesiale. Al momento, gli inquirenti ritengono che le statue fossero state rubate dalla chiesa, ormai chiusa da anni, per consentire ai residenti del posto di venerarle organizzando processioni e preghiere. Il tutto in nome dei boss, da tempo ormai in carcere al 41 bis. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it