arresti droga sinti mondragone sessa aurunca cassino san salvo

Maxi operazione in atto in queste ore tra il litorale domizio e il Casertano. Ben 17 arresti messi a segno dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Sessa Aurunca. I militari dell’Arma hanno smantellato un’organizzazione dedita al traffico di droga. Eseguite ordinanze cautelari ai danni di 17 persone di origine sinti a Sessa Aurunca, Mondragone, Pietramelara, Cassino, Varcaturo (Giugliano) e San Salvo.

Blitz anti-droga tra Napoli, Caserta e il frusinate: 17 arresti

I provvedimenti sono originati da una complessa attività d’indagine avviata nel mese di maggio 2018 e conclusasi nel novembre 2019. Gli investigatori hanno identificato un gruppo di persone operanti nelle province di Caserta, Frosinone e Chieti, responsabili – in concorso tra loro – di una intensa e duratura attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Dagli accertamenti svolti – servizi dinamici, intercettazioni telefoniche, telematiche, ambientali e videoriprese -, è emerso che alcuni degli indagati acquistavano all’ingrosso ingenti quantitativi di cocaina ed eroina da fornitori italiani ed esteri. Successivamente, anche favoriti dal dialetto “sinti” di difficile comprensione e diffusione, hanno intessuto rapporti con altri spacciatori responsabili della gestione di autonome piazze di spaccio. La vendita avveniva nei comuni di Sessa Aurunca, Mondragone, Pietramelara, Cassino e San Salvo (Chieti).

Nel corso dell’attività i militari hanno documentato oltre 200 episodi di spaccio, identificati numerosi assuntori. Arrestati inoltre 3 spacciatori locali e deferite in stato di libertà altre otto persone. Scoperti e sequestrati 30.000 euro in contanti e cinque chili tra cocaina ed eroina, sottraendo dalla disponibilità dei pusher migliaia di dosi pronte per essere immesse nel mercato al dettaglio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it