maria adriana cerrato tv video

Ha avuto la forza di parlare davanti alla telecamere de “La Vita in Diretta” su Rai1 Maria Adriana Cerrato, la figlia di Maurizio, l’uomo di 61 anni brutalmente ucciso in via IV Novembre per una questione di parcheggio. E l’ha fatto a poche ore dal fermo dei quattro presunti responsabili del delitto.

Morte di Maurizio, parla la figlia Maria: “Mi ha guardato prima di morire”

La giovane era presente al momento dell’aggressione. Aveva chiamato il papà dopo aver trovato lo pneumatico del’auto forato, probabilmente una vendetta messa in atto per aver compiuto lo “sgarro” di parcheggiare l’auto in uno stallo abusivamente occupato con una sedia.

Maria Adriana ha rivissuto quei momenti, in particolare lo spostamento della sedia che ha portato poi alla lite fatale. “Non c’erano altre auto e non ho mai trovata giusta questa cosa. Il posto non era di nessuno, mi dispiace ma non c’era nulla di privato. Ho fatto quello che era un mio diritto. Mi sono accorto dopo neanche un metro che era successo qualcosa alle ruote e ho chiamato papà”.

Rabbia e lacrime nelle parole della figlia di Maurizio: “Non c’è giustificazione quello che è accaduto. Papà era solo e non era armato. I responsabili? Certo che so chi sono. Ho capito che era degenerata la situazione, però non avrei mai potuto immaginare che finisse così. E’ stato un attimo, mi ha guardata prima di andarsene. E aveva degli occhi bellissimi…”.

Gli arresti

E intanto questa notte i Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno finalmente eseguito quattro decreti di fermo a carico dei presunti assassini di Maurizio Cerrato. Per loro si aprono le porte del carcere di Poggioreale. Si tratta di Giorgio Scaramella, Domenico Scaramella, Antonio Venditto, Antonio Cirillo. Indagata anche una donna, parente dei soggetti fermati, che avrebbe assistito all’aggressione senza parteciparvi.

continua a leggere su Teleclubitalia.it