bonus covid 2400 euro

Via ai pagamenti del bonus Covid 2400 euro. Con una circolare dell’8 aprile, l’INPS ha fatto sapere che sono partiti i pagamenti automatici del Bonus 2400 euro una tantum (contenuto nel Decreto Sostegni) ai lavoratori stagionali, dello spettacolo e del settore termale che già avevano beneficiato delle indennità previste dal Decreto Ristori (n. 137 del 2020).

Chi invece non ne aveva fatto richiesta lo scorso anno dovrà attendere ancora prima di ricevere l’accredito del sussidio. Questo vale anche per chi ha perso o ridotto il lavoro dopo il 30 novembre 2020. Per usufruire dell’indennità, questi ultimi potranno presentare la domanda all’INPS fino al 30 aprile 2021 tramite CAF, enti di patronato o il portale dell’Istituto.

Bonus Covid 2400 euro

Bisogna ricordare che gli incentivi Covid da 2400 euro non sono tra loro cumulabili, ma non concorrono alla formazione del reddito e sono cumulabili con l’assegno ordinario di invalidità.

Ma chi può ricevere questo bonus? Di seguito le categorie a cui è rivolto:

  • i lavoratori dipendenti stagionali e in somministrazione del settore del turismo e degli stabilimenti termali
  • i lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo
  • i lavoratori dipendenti stagionali e in somministrazione appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali
  • i lavoratori intermittenti
  • i lavoratori autonomi, privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
  • i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio

 

Bonus baby sitter: da oggi è possibile fare domanda. Come e chi può fare richiesta

continua a leggere su Teleclubitalia.it