pensioni maggio 2021 pagamenti

Chiusi i pagamenti delle pensioni di aprile  si pensa ora a quelle di maggio. E anche per questo mese avverranno in anticipo.

Lo ha stabilito l’ordinanza n. 740 del 12 febbraio 2021, firmata dall’ex capo del dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli. Come per marzo e aprile, anche a maggio ci sarà un anticipo nei pagamenti dei trattamenti pensionistici, incluso l’assegno di invalidità civile e di indennità di accompagnamento.

Pagamento pensioni maggio

Con l’ordinanza n.740 del 12 febbraio 2021, la Protezione Civile ha comunicato l’anticipo dei pagamenti INPS per i trattamenti pensionistici per tre mesi: marzo, aprile e maggio.

Come ormai accade da mesi con la pandemia Covid, i pagamenti vengono anticipati alla fine del mese precedente. Questo per organizzare al meglio le riscossioni nella totale sicurezza dei titolari di pensione e nel rispetto delle norme anti contagio. Difatti il ritiro presso gli uffici postali viene scaglionato per lettere del cognome.

pagamenti di trattamenti pensionistici (vecchiaia, pensione d’invalidità, assegni) sono stati anticipati per il mese di marzo, dal 23 febbraio al 1° marzo, per il mese di aprile, dal 26 marzo al 1° aprile e per il mese di maggio, dal 26 aprile al 1° maggio 2021.

Pagamento pensioni: il calendario per il mese di maggio 2021

I pagamenti avverranno 26 aprile al 1° maggio per coloro che si recano agli sportelli degli uffici postali.

La divisione è regolata sempre da un ordine alfabetico in base al cognome.

  • A-B: pagamento il giorno 26 aprile;
  • C-D: pagamento il giorno 27 aprile;
  • E-K: pagamento il giorno 28 aprile;
  • L-O: pagamento il giorno 29 aprile;
  • P-R: pagamento il giorno 30 aprile;
  • S-Z: pagamento il giorno 1° maggio

La delega ai carabinieri

Si conferma ancora l’accordo tra Poste Italiane e l’Arma dei carabinieri che offre la possibilità agli over 70, titolari di trattamento pensionistico, di farsi consegnare la pensione a domicilio, direttamente dai Carabinieri.

Il servizio ha visto la luce proprio durante l’emergenza Coronavirus, per offrire supporto e un sostegno concreto agli over 70 che normalmente ritirano la pensione in contanti presso gli uffici postali.

continua a leggere su Teleclubitalia.it