lockdown nazionale

Lockdown per 3 settimane per riaprire tutto in primavera. Sarebbe questa la nuova idea del governo, subito dopo aver varato il nuovo Dpcm andato in vigore 2 giorni fa. La situazione in tutto il paese sta degenerando, i contagi giornalieri sono stabilmente sopra quota 20mila, tra oggi e domani toccheremo quota 100mila morti, l’indice di positività è arrivato al 7,6% e le varianti circolano sempre più velocemente in tutto il Paese.

Nuova stretta in Italia

Oggi pomeriggio si riunirà a Palazzo Chigi la Cabina di Regia politica e probabilmente saranno varate regole più severe. Alla riunione parteciperanno i ministri Speranza, Gelmini, Giorgetti, Patuanelli, Franceschini e Bonetti e il sottosegretario Garofoli che faranno il punto  con gli esperti del Cts e con il commissario all’emergenza, il generale Figliuolo.

Il Cts propone di utilizzare il criterio già determinante per la chiusura delle scuole: 250 contagi su 100mila abitanti in sette giorni, in questo caso scatterebbe la zona rossa. Le proposte per evitare un nuovo lockdown sono diverse e vanno dalle chiusure totali solo nei weekend (per fermare assembramenti e movida) alla didattica a distanza per tutti gli studenti d’Italia, indistintamente, ma anche al coprifuoco anticipato di due/tre ore.

Cos’è la super zona rossa?

Quando si parla di super zona rossa si intende, sostanzialmente, un nuovo lockdown coordinato con l’accelerazione della campagna di vaccinazione: questa potrebbe essere la vera svolta dopo un anno di pandemia, per riaprire a metà primavera in una situazione – stavolta – completamente diversa.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it