bonus mille euro

Si attende il nuovo decreto Sostegno del governo Draghi per gli aiuti economici in questo periodo di pandemia. Quello che al momento si sa è che Draghi prorogherà lo stop ai licenziamenti fino a fine giugno e rinnoverà la cassa integrazione Covid-19 (che dovrebbe essere finanziata fino alla fine del 2021),

Per quanto riguarda gli altri aiuti sono in arrivo anche il congedo parentale Covid-19 per i genitori che non potranno mandare i figli a scuola e il diritto allo smart working per padri e madri.

Bonus mille euro

Il nuovo pacchetto di misure e interventi economici dovrebbe avere un valore di 32 miliardi di euro, soldi destinati soprattutto ai lavoratori, dal blocco dei licenziamenti alla proroga della cassa integrazione.

Tra le misure spunta anche un nuovo bonus da mille euro per aiutare chi è stato più colpito dalle conseguenze economiche dell’emergenza per la pandemia da Covid-19.

Per l’approvazione del decreto bisognerà attendere metà marzo e, considerando i tempi tecnici, difficilmente si potrà usufruire del bonus prima di inizio aprile. Si discute anche sul valore del bonus, che potrebbe salire a 3mila euro unendo tre mesi di mancati aiuti, lasciati scoperti.

Ma cosa si sa fino ad ora? A chi potrebbe essere rivolto? I beneficiari del bonus complessivamente non dovrebbero essere diversi da quelli dei bonus precedenti. Questo sussidio potrebbe essere richiesto da lavoratori come gli stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori autonomi e occasionali o incaricati di vendite a domicilio. L’ipotesi è che potrebbero essere incluse anche le partite Iva iscritte alla gestione separata.

Nel caso di allargamento alle partite Iva potrebbe plausibilmente essere fissato un tetto, che qualcuno immagina di circa 50mila euro.

continua a leggere su Teleclubitalia.it