festa villa giugliano

GIUGLIANO. Nella prima notte di zona arancione pensava di festeggiare il suo compleanno in grande stile, nonostante il Covid, nonostante le restrizioni. I festeggiamenti di un imprenditore napoletano, originario i Chiaia, sono stati però interrotti dall’arrivo dei carabinieri come riporta il Mattino.

In una grande e attrezzata villa alla periferia di Giugliano al confine con Parete e Ischitella il giovane imprenditore aveva organizzato per sabato notte la sua festa di compleanno.

Festa a Giugliano: arrivano i carabinieri

Più di cento gli ospiti della villa privata. Ragazze immagine, giovani modelli, professionisti nel campo della moda e della ristorazione. Tutti accorsi, alcuni persino da Milano e altre località del nord, al cospetto dell’imprenditore per la mega festa di compleanno.

L’organizzazione era scientifica: da piazza dei Martiri sono partite navette che hanno accompagnato gli ospiti nelle campagne di Giugliano. E’ lì che state notate comitive di giovani donne salire sulle navette. Arrivati lì c’erano body guard, autisti, vigilanti, modelle e ragazzi immagine legati alla moda che conta. L’imprenditore aveva anche pensato a un sistema di controlli via whatsapp a colpi di foto da visionare all’ingresso.

È quasi mezzanotte quando però la festa viene interrotta dall’arrivo delle pattuglie dei carabinieri. Gli invitati cercano di scappare. Sanzionate 22 persone presenti, tra cui alcune che avevano tentato di allontanarsi, in gran parte giovani (fascia d’età 25-30 anni), molti dei quali senza mascherina, Fine della festa, multe e sequestro della struttura.

Napoli, zona arancione non ferma la folla. Lungomare preso d’assalto anche oggi. Video

continua a leggere su Teleclubitalia.it